La porta degli uomini. Risveglio d'una notte di mezza estate.

La porta degli uomini. Risveglio d'una notte di mezza estate.

L'uomo ha bisogno di riti. Col tempo, nella frenesia di tutti i giorni, ce lo siamo dimenticato. Ci siamo impoveriti. Abbiamo perciò voluto far coincidere il giorno del solstizio d'estate con un evento particolare: un concerto per celebrarlo insieme nella sua accezione di "porta magica"...

Gratuito

Categorie: ,
DATAORARIO
20 Giugno 202021:00-23:00

L'uomo ha bisogno di riti. Col tempo, nella frenesia di tutti i giorni, ce lo siamo dimenticato.

Ci siamo impoveriti. Abbiamo perciò voluto far coincidere il giorno del solstizio d'estate con un evento particolare: un concerto per celebrarlo insieme nella sua accezione di "porta magica" che ci accompagna da una fase all'altra e mette in comunicazione il visibile con l'invisibile, esattamente come per i popoli antichi.

Dieci piante si racconteranno tra miti, leggende e figure fantastiche, accompagnandoci nel risveglio dei sensi attraverso musica, profumi, parola e movimento.

Un'occasione per affondare la curiosità nella terra e riscoprire le nostre radici e la saggezza passata - e perché no, anche un po' di sana magia! - rivolgendo al futuro uno sguardo rigenerato e nuovo.


PROGRAMMA CONCERTO

Laura Capretti, mezzosoprano
Sandro Zanchi, pianoforte

 

  • Hugo Wolf (1860 - 1903)
    Der Genesene an die Hoffnung (Mörike)
  • Ludwig van Beethoven (1770 - 1827)
    An die Hoffnung (da Urania di Tiedge), op. 94
  • Johannes Brahms (1833 - 1897)
    Wie Melodien zieht es mir (Groth), op. 105 n. 1
  • Franz Schubert (1797 - 1828)
    Nach einem Gewitter (Mayrhofer), D. 561
  • Johannes Brahms (1833 - 1897)
    Sommerabend (Heine), op. 85 n. 1
    Mondenschein (Heine), op. 85 n. 2
  • Hugo Wolf (1860 - 1903)
    Nachtzauber (Eichendorff)
  • Richard Strauss (1864 - 1949)
    Morgen! (Mackay), op. 27 n. 4
  • Gustav Mahler (1860 - 1911)
    Urlicht (da Des Knaben Wunderhorn di Arnim & Brentano)
  • Ludwig van Beethoven (1770 - 1827)
    Mit einem gemalten Band (Goethe), op. 83 n. 3

 

e con la partecipazione di

Federica Serami, Anna Gaiofatto, OFF AXIS Dance Company

 

Laura Capretti

Laura Capretti consegue la laurea biennale in Musica Vocale da Camera presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore sotto la guida di Erik Battaglia. Vincitrice del premio internazionale Renzo Giubergia 2018 e della Borsa di studio Alberto Motta della Erga Omnes Onlus, è anche borsista della De Sono dal 2017.
Si perfeziona presso la HfMT di Amburgo con Burkhard Kehring e frequenta i corsi della Deutsche Lied-Akademie di Trossingen con docenti internazionali come Axel Bauni, Anne Le Bozec, Peter Nelson, Jan Philip Schulze. Svolge un’intensa attività concertistica che la vede protagonista in numerosi concerti dell’Unione Musicale di Torino e in numerosi eventi e stagioni musicali (Festival Espressionismo Torino; Festival di Musica da Camera di Mantova; stagioni di Santa Pelagia; stagioni del FAI; per gli Amici dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI; posa della Pietra d’inciampo per Leone Sinigaglia; concerti per la Giornata della Memoria e dei Giusti; concerto commemorativo per Wilhelm Killmayer ad Amburgo, concerti estivi del Mozarteum di Salisburgo). Nel marzo 2018 è invitata a Manama dall’Ambasciata d’Italia in Bahrein come rappresentante europea per un concerto liederistico-operistico all’interno del Festival “Spring of culture”. Nello stesso anno debutta nel ruolo di Frasquita nella prima esecuzione italiana in lingua tedesca in forma semiscenica dell’opera Der Corregidor di Hugo Wolf. Si è inoltre esibita in trio (voce, chitarra romantica e flauto traversiere) su Rai5, formazione con la quale ha registrato un primo cd per Halidon. Attualmente ricopre la carica di tutor per la classe di Musica Vocale da Camera del Conservatorio di Torino.

 

Sandro Zanchi

Sandro Zanchi si diploma con lode presso il Conservatorio “Agostino Steffani” sotto la guida di Luigi Schiavon. Da sempre affianca l'attività di solista a quella cameristica: nel 2002 si aggiudica in trio il primo premio al Concorso Internazionale di musica da camera Carlo Soliva di Casale Monferrato e l’anno successivo vince il 2° Premio al Concorso internazionale pianistico Premio Giuliano Pecar di Gorizia.
Si perfeziona in musica da camera con l’Altenberg Trio Wien e in pianoforte con Oleg Marshev e Filippo Faes, sotto la cui guida consegue il diploma specialistico di pianoforte con il massimo dei voti e la lode. Allievo di Erik Battaglia, conclude nel 2013 il biennio specialistico in Musica vocale da camera, diplomandosi con lode e menzione d'onore, e partecipa alle edizioni dell’European Liedforum di Berlino e Vilnius (2012-13).
Suona regolarmente in varie formazioni da camera, con particolare predilezione per il repertorio liederistico. Dal 2018 ricopre il ruolo di pianista accompagnatore presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino. Per Analogon Edizioni ha tradotto i saggi di Gerald Moore I cicli di Lieder di Schubert, Dichterliebe, Per canto e piano e Suono troppo forte?

 

COME PARTECIPARE

Si potrà assistere all'evento in diretta streaming su
https://www.facebook.com/operamunificatorino/live/