Le radici nel passato

tradizione e novità

filoni di attività:

  1. MUSICA GIOVANE, occasioni di presa di parola dei giovani a Santa Pelagia:

Rassegne periodiche di concerti di giovani musicisti, anche in collaborazione con il Conservatorio G. Verdi di Torino (da circa 20 anni)

Gli itinerari di santa Pelagia: concerti di giovani nelle case di riposo del Piemonte, 135 eventi dal 2003 al 2009

I Concerti FAI di giovani musicisti nelle “Giornate FAI di primavera” dal 2009

“Piccoli dialoghi musicali” Festival di cori di voci bianche (alla 8° edizione) con cori dall’Italia e dall’estero.

In 18 anni di attività, hanno suonato 2.850 tra giovani strumentisti e coristi con più di 32.000 spettatori per 305 concerti.

  1. Seminari di formazione per musicisti e direttori di coro, ovvero trasmettere metodi, confrontarsi sulle esperienze, con maestri italiani e stranieri. Più di 430 presenze in 23 corsi o seminari.
  2. La valorizzazione di Santa Pelagia col Coro delle monache agostiniane e la Galleria, anche con le Attività didattiche delle scuole torinesi nell’ambito de “La scuola adotta un Monumento” (più di 3000 ragazzi, 119 classi).
  3. Il Nido della musica, (in sette anni 154 bimbi) un servizio “speciale” con la teoria musicale di Gordon che ne caratterizza la qualità ed ha generato significativi e qualificati Programmi di formazione 0-3 anni, sul versante musicale e quello psico-pedagogico. Collegamento con i Nidi in famiglia della Cooperativa Casa Bimbo Tages Mutter.
  4. Lo Spazio di consultazione rivolto alle famiglie per migliorare la relazione parentale (in sette anni 23 famiglie).
  5. I Programmi di formazione continua per riflettere e acquisire strumenti per una corretta pratica educativa, per affinare la capacità di lavorare in gruppo. Per adulti che accompagnano l’ ”allevamento” di bambini e ragazzi (in 4 anni, più di 400 utenti).